La mediazione familiare

Cos’è?

La mediazione familiare è un intervento professionale in cui un terzo neutrale, il mediatore familiare, accompagna la coppia nel momento della separazione e l’aiuta a riorganizzare la nuova famiglia tenendo al centro l’interesse dei minori.

La mediazione è un modo collaborativo e consapevole di affrontare e risolvere in prima persona i conflitti familiari, in un clima di rispetto che consente di valorizzare le risorse interiori di ciascuno, individuare e tutelare i diritti e i bisogni di ciascun componente della famiglia, con particolare attenzione ai figli, soprattutto se minori.

Obiettivi

  • Ritrovare il dialogo tra le parti in conflitto
  • Costruire una relazione di collaborazione fra i genitori
  • Implementare strategie di comunicazione funzionali ed efficaci
  • Sostenere la coppia nel riconoscere ed affrontare le criticità in vista della futura riorganizzazione familiare
  • Incoraggiare la coppia a ri-centrarsi per il benessere comune
  • Elaborare risposte educative condivise

Gli step del percorso

Il percorso di mediazione, che si articola in 10-12 incontri della coppia con il mediatore, affronta generalmente i seguenti aspetti:

  • Salvaguardia delle relazioni parentali e amicali che coinvolgono i figli
  • Le scelte educative dei genitori
  • Organizzazione della settimana dei bambini dopo la separazione dei genitori
  • Organizzazione delle vacanze
  • Assegnazione casa coniugale
  • Assegno di mantenimento per i figli

Chi è il mediatore

E’ un professionista, laureato in una disciplina umanistica, in seguito specializzatosi con un Master biennale di secondo livello in Mediazione Famigliare.

Che cosa fa?

  • Fa da ponte tra le parti in conflitto, facilitando la comunicazione
  • E’ equo nei confronti delle parti coinvolte nella dinamica conflittuale
  • Sostiene ed accompagna le persone a essere protagonista nella definizione degli accordi

Presso il nostro studio, i colloqui si svolgono in co-mediazione, ovvero sono condotti congiuntamente da due mediatori familiari.

Co-mediazione: due mediatori che lavorano in squadra hanno maggiori capacità di riconoscere e contenere sentimenti intensi, di rispondere ai diversi bisogni e di individuare, insieme alle parti, le soluzioni più adeguate ai procedimenti in essere. I professionisti in coppia offrono un modello di discussione costruttiva che può aiutare a sviluppare capacità negoziali anche nei casi più complessi. a scelta della persona è sempre comunque possibile accedere ad un percorso di mediazione con il singolo professionista.

Oltre la mediazione familiare: cosa offriamo

Le consulenze sulle dinamiche conflittuali sono rivolte, oltre alle coppie in separazione, anche ad altre situazioni di conflitto familiare e non solo, per aiutare le persone a raggiungere accordi su questioni che possono suscitare controversie come, ad esempio:

  • Accordi prematrimoniali
  • Assistenza e cura degli anziani
  • Controversie che coinvolgono persone diversamente abili
  • Controversie su diritti successori ed eredità
  • Controversie in famiglie allargate
  • Mediazione sociale
  • Interventi di rieducazione in caso di devianza e dipendenze

La presenza di un avvocato negoziatore, formato in mediazione e in diritto di famiglia e delle persone consente di avere anche consulenza legale con un approccio orientato alla negoziazione e gestione costruttiva del conflitto, assistenza in un percorso che vede protagoniste le parti nelle scelte, negli accordi e nella formalizzazione degli stessi.

Il costo per la mediazione familiare è di 55€ per il colloquio individuale e di 80€ per il colloquio di coppia.

Il costo per la consulenza legale è di 65€ per ogni incontro.